fbpx

Industria 4.0 e Direttiva macchine

Le macchine 4.0 devono essere certificate CE?

La transizione 4.0 (o Industria 4.0 ) ha a molto a cuore la sicurezza delle macchine.

Come sappiamo, ormai, la “rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene sul lavoro” ” è l’ultimo dei  cinque requisiti obbligatori che macchine, linee, macchinari devono possedere per poter usufruire delle agevolazioni in termini di credito di imposta.

Ma cosa significa il quinto requisito in sostanza?

Una domanda che i clienti che vogliono fare revamping e interconnessioni su macchine e macchinari già in loro possesso  ci fanno praticamente sempre è se il requisito della sicurezza richiesto deve essere letto come la necessità delle macchine di rispettare la Direttiva Macchine.

Industria 4.0 e Direttiva Macchine.

La risposta alla domanda ” Ma una macchina , o un insieme di macchine, o una quasi macchina, devono per forza rispondere ai requisiti della Direttiva macchine?è si, sicuramente.

Questo principio non è negoziabile.
Un macchinario deve sempre rispondere ai requisiti della Direttiva macchine: ancor più se vogliamo  usufruire dei vantaggi fiscali .
Anche quando le abbiamo in fabbrica  da prima del 1996. Anche quando  sono già marcati CE, ma noi li facciamo diventare un insieme di macchine”. Anche quando comperiamo all’estero. Anche quando comperiamo le macchine usate.

Non lo dico solo io, o le aziende di automazione in genere, o i consulenti della sicurezza: lo dice il MISE.

In una sua risposta il MISE infatti ci raccomanda che infatti che “ In linea con quanto previsto dalla direttiva macchine, ogni volta che vengono introdotte modifiche sostanziali rispetto alla macchina originaria è necessaria una nuova marcatura CE”.
Ma cosa significa questo?

Macchine, quasi macchine, insieme di macchine: cosa fare

Facciamo i tre casi più frequenti

Insiemi di Macchine
Cosa è un “insieme di macchine“? Secondo le normative e le guide di settore, un insieme di macchine è il risultato di tre parametri: 

  • una funzione/scopo comune
  • il funzionamento di una parte incide sul funzionamento complessivo delle macchine
  • un sistema di comando comune

Ad esempio: cosa succede se prendo tre macchinari, ciascuno marcato CE, e lo faccio diventare un insieme di macchine?
Il requisisti della sicurezza è rispettato? Ebbene no: tre macchine che soddisfino singolarmente la Direttiva Macchine  NON fanno un insieme di macchine che soddisfi il criterio della sicurezza!

 

Quasi-macchine
I robot fanno la parte del leone nell’industria 4.0!

Eppure… se vogliamo che  il nostro nuovissimo robot che lavorerà in una cella di lavoro diventi 4.0 occorre “integrarlo”: la dichiarazione CE di cui sicuramente è corredato, infatti, è proprio per una quasi macchina.
Quindi, a incorporazione eseguita, occorrerà nuovamente certificare il tutto. 

Il revamping
Cosa succede quando il revamping viene effettuato su una macchina precedente il 1996?

Ebbene, in realtà il MISE lo ha detto chiaramente: ogni modifica comporta una nuova certificazione.

Hai visto qualcosa di interessante per la tua fabbrica 4.0?

Possiamo aiutarti!

Mandaci un messaggio o telefona ora

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
2021-11-03T16:41:10+01:00