fbpx

Programmare PLC Siemens: è meglio KOP o AWL?

Il PLC (controllore a logica programmabile) è definito  nella norma CEI 65-23  (corrispondente alla norma 61131) come:
 un sistema elettronico a funzionamento digitale, destinato all’uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l’archiviazione interna di istruzioni orientate all’utilizzazione per l’implementazione di funzioni specifiche, come quelle logiche, di sequenziamento, di temporizzazione, di conteggio e di calcolo aritmetico, e per controllare, mediante ingressi ed uscite sia digitali che analogici, vari tipi di macchine e processi.
E’,  quindi, un piccolo computer, di semplice utilizzo, che consente di realizzare le funzioni richieste per automatizzare e azionare una  macchina/impianto/linea. L’azionamento o l’automazione avvengono grazie al programma software del PLC che, elaborando i segnali trasmessi dai sensori, manda le istruzioni agli attuatori.

I linguaggi di programmazione per PLC

Nella norma IEC 61131 (terza parte ) i linguaggi di programmazione per PLC sono cinque :
  • IL (Istruction list)
  • ST (Structured Text)
  • LD(Ladder Diagram)
  • FBD (Function Block Diagram)
  • SFC (Sequential Functional Chart)
Per quanto riguarda la programmazione PLC in ambito Siemens, in realtà, due sono i tipici linguaggi che si utilizzano: KOP e AWL.

Linguaggio KOP v/s linguaggio AWL (Godzilla contro King Kong)

Il linguaggio KOP

Il linguaggio KOP, nato  a fine anni 60, viene anche detto linguaggio a contatti. E’ un linguaggio grafico: la sua rappresentazione grafica ricorda  (vagamente) una scala pioli (ossia ladder): ecco perché è anche individuato  come  Ladder Diagram (LD). La sua base è la rappresentazione degli schemi dei circuiti elettromeccanici. Il passaggio della corrente, quando permessa dalla parte decisionale (contatti),  attiva le bobine (parte attuattiva).

Pro

  • E’ un linguaggio che permette di essere “letto” anche dai meno esperti in modo più semplice e immediato.
  • La gestione anche da parte di chi non  ha programmato direttamente il PLC è più semplice e immediata.
  • E’ un linguaggio grafico, con notazioni facilmente interpretabili e note nell’ambiente della produzione e della manutenzione.
  • L’editor KOP è utilizzato sia con set di operazioni SIMAT sia IEC  1131-3

Contro

  • Il linguaggio KOP non permette di effettuare una programmazione completa, specie quando ci sono algoritmi complessi da risolvere.
  • La compilazione è più laboriosa.

Il linguaggio AWL

Il linguaggio AWL rientra a tutto diritto nella lista della norma IEC61131. Il suo acronimo, infatti , significa di “AnWeisung List” (lista istruzioni), AWL  è un linguaggio di programmazione PLC sviluppato da Siemens  e tuttora importante nello  sviluppo di programmi per PLC  s7-200, s7-300, s7-400.  Si basa su un listato di “istruzioni” all’interno delle quali troviamo   un operatore  e un operando.

Pro

  • Permette di creare  algoritmi particolarmente complessi.
  • La scrittura del programma avviene nel linguaggio naturale della CPU del PLC,  riducendo quindi le risorse e i tempi di esecuzione delle singole istruzioni.
  • E’ possibile utilizzare l’editor AWL per editare e modificare  un programma costruito in KOP.

Contro

  • Necessita di una struttura e di una memoria interna dedicata.
  • Errori anche banali posso comportare seri  problemi a livello di struttura del codice.
  • Genera righe di codice ridondanti e non necessarie.
  • il suo apprendimento è complesso e non diffuso in ambienti quali la manutenzione e la produzione.

Meglio KOP o AWL, quando si programma un PLC Siemens?

La risposta è… dipende! In realtà , quando noi programmiamo un azionamento o una automazione  comandati da PLC Siemens, dividiamo sin dall’inizio  le task:
  • task semplici vengono programmate attraverso su KOP;
  • task che richiedono calcoli complessi o danno adito a operazioni potenzialmente  più “lente” sono sviluppate in AWL.
Questo metodo di lavoro ci permette di avere  i pregi di entrambi i  linguaggi di programmazione PLC. Così, quando avrai in mano i tuoi PLC Siemens  (programmati da Elteco), potrai essere sicuro che:
  • se ci dovrai mettere le mani, ti troverai davanti a un linguaggio conosciuto e facilmente interpretabile. Io ti invito a fare la prova sui nostri listati  e su quelli delle altre macchine che hai in fabbrica!
  • Non avrai rallentamenti o imprecisioni sull’automazione o sull’azionamento.
  • Non avrai (improprie) ridondanze.

Vuoi capire di più su come programmiamo i tuoi software PLC?  Chiamaci !
2018-12-18T15:40:01+01:00